Pellegrini a Catania, presso la tomba di San Nicola a Bari

Pellegrini a Catania, presso la tomba di San Nicola a Bari

 

 

 

Per Grazia di Dio, 60 fedeli della parrocchia "Santa Martire Agata" di Catania sono andati in pellegrinaggio presso la tomba di San Nicola a Bari, Sabato 25 Novembre.

Su invito di Padre Arsene Aghiarserita vicario, parroco della Sacra Arcidiocesi Brindisi ortodossa d'Italia e Malta del Patriarcato di Costantinopoli, padre Mihai Gabriel Ichim della parrocchia ortodossa romena di Catania ha organizzato questo pellegrinaggio per onorare pienamente il San Nicola che è l'incarnazione della carità.

La celebrazione liturgica si è svolta in tre lingue quali italiano, romeno e greco, ma l'amore per Cristo è stato unico. 

Una delegazione di sacerdoti, suore e laici romeni hanno confessato la loro fede ortodossa insieme ai pellegrini.

Erano presenti Pr. Eduard Kisinger della parrocchia "Assunzione e San Nicola" di Macin e padre ieromonaco David e la Madre badessa del monastero Macin.

Nella seconda parte della giornata, in ritorno a Catania, è stata fatta la visita alla grotta di Mottola iimportante chiesa rupestre, dedicata a San Nicola, conosciuta come la Cappella Sistina di chiese rupestri d'Italia.

Abbiamo scoperto una "cattedrale" in miniatura a forma di croce, altare e la navata, dove il tempo non è riuscito a cancellare la santità di fedeli ortodossi che hanno vissuto prima in questi luoghi, lasciando sulle pareti i volti dei santi, della Sempre Vergine Maria ed il Salvatore Gesù Cristo.

I pellegrini che vivono in Sicilia lontana hanno pensato duro su ciò che ha visto, vissuto e sentito durante questo viaggio che doveva essere un viaggio al centro di ogni anima, una pulizia e la guarigione dei mondani e transitori.

Diamo gloria a Dio e al Suo Santo Nicola di Bari per tutti i doni ricevuti nelle nostre anime.

 

 

 

{gallery}938 2017.11.28.catania/gallery}