Manifesto interreligioso dei diritti nel periodo finale della vita

Manifesto interreligioso dei diritti nel periodo finale della vita

 

 

Con la benedizione di Sua Eccellenza Mons Silvano, la Diocesi Ortodossa Romena d'Italia (EORI) si è unita ad un significativo progetto sanitario avviato da Roma 1 ASL (ASL Roma 1), insieme con l'Università Cattolica "Sacro Cuore" ed il "Tavolo Interreligioso" di Roma. 

Il progetto ha consistito nella creazione e la redazione di un documento interreligioso ("manifesto") che espone una serie di diritti per i pazienti nei loro ultimi giorni di vita. Questi diritti al di là della terapia medica, richiedono il rispetto della dignità umana, assicurazione dell'assistenza spirituali secondo le proprie pratiche religiose, spirituali e personali di ciascun paziente prima e dopo la morte, a prescindere dalla religione ed etnia. 

All'insigne evento della firma del "Manifesto interreligioso dei diritti nel periodo finale della vita", che si è tenuto presso il complesso monumentale dell'Ospedale di Santo Spirito in ospedale a Roma, ha partecipato anche il ministro della Salute signora Giulia Grillo e rappresentanti di varie istituzioni e credenze religiose sul territorio italiano e di organizzazioni laiche e di volontariato a Roma.

 

padre Ilie Ursachi

 

{gallery}2019/60 2019.02.07.social{/gallery}

 

 

 

Manifesto interreligioso dei diritti nel periodo finale della vita

Autore dell'articolo: gestione